martedì 23 maggio 2017

LA SESSUALITA' DELLA DONNA CICLICA

La donna ciclica e l'eros che la caratterizza non possono essere per definizione monotoni, o monotematici, né  uguale a se stessi durante tutto l’arco del mese ( durante tutte le fasi del ciclo mensile).
Il genere femminile ha con il proprio corpo uno strettissimo rapporto.  Il menarca, la gravidanza, il parto, l’allattamento, la menopausa mostrano quanto la vita della donna (molto più che la vita dell'uomo) sia attraversata da eventi che la legano al corpo e alla saggezza corporea.
Questo legame intenso con il corporeo è stato distorto dalla cultura patriarcale e dalle religioni rette da un unico dio maschio. 
L’esistenza del sangue mestruale, il fatto che la donna sanguini una volta al mese, rinforzava, in tempi non molto lontani, l’idea dello svantaggio e della natura sinistra della donna.
La religione cattolica, che fino a non molto tempo fa scandiva i momenti di vita più importanti dell’individuo, riteneva che
il corpo umano, come il regno della natura, appartenessero più agli inferi che al cielo... Dunque, aspetti di vita da reprimere e da considerati inferiori alla mente e allo spirito.
Invece non esiste tesoro più prezioso per la donna che riconnettersi alla sua vera natura, ai suoi ritmi, armonizzarsi alla propria ciclicità e sentirsi creativa, sempre diversa, colei che racchiude in sé anche la magia dell’irrazionale e del selvaggio.
Il ciclo mensile della donna consta di quattro fasi: preovulatoria, ovulatoria, premestruale e mestruale.
Le emozioni, il livello di creatività, l’erotismo, i bisogni, le percezioni, la concentrazione, la forza fisica, e i modelli di pensiero cambiano d’intensità in base al periodo del ciclo in cui la donna si trova.
Per questo è così importante creare un calendario mestruale in cui annotare le fasi  del ciclo, le sensazioni, eventuali sogni ecc..
Nella fase pre-ovulatoria, dopo la fine delle mestruazioni, il follicolo matura producendo gli estrogeni. In questo momento le energie della donna sono fresche e nuove. La fase della Vergine (così la definisce Miranda Gray [1]) è una fase di rinascita, dopo il ciclo mestruale. E’ caratterizzata da senso di fiducia e sicurezza. La mente è più analitica e lucida. Le migliori prestazioni intellettuali facilitano il raggiungimento degli obiettivi.
Il corpo è snello, più energico e leggero. Anche la sessualità è più aperta, giocosa, leggera, una sorta di flirt. Inoltre il primo rapporto sessuale dopo le mestruazioni rigenera il rapporto con il compagno.
Successivamente, con la fase ovulatoria, il follicolo si rompe rilasciando l’ovulo maturo. Questa fase è definita della Madre. Qui la donna  desidera donare se stessa, aiutare il prossimo e donare il propri talenti alla società. 
A differenza della fase della Vergine, l’ego della donna, nella fase della madre, diviene meno importante e si comincia a prestare attenzione anche ai bisogni degli altri.
  La sessualità in questa fase è caratterizzata dal piacere di donare sa stessa al partner, dalla gioia anche di procurargli piacere. Il forte attaccamento affettivo verso il partner si unisce a quello sessuale.
Se l'ovulo non viene fecondato, ha inizio la fase premestruale ovvero  una delle fasi più erotiche di tutto il ciclo. 
Qui la donna incarna l’archetipo dell’ ”Incantatrice” ed è come una sirena, dotata di forte magnetismo, che con il suo canto ammalia chi la circonda. Le pulsioni erotiche sono forti e l’eros è intenso. Nel periodo premestruale la sensibilità, l'intuizione, l'irrequietezza si acuiscono man mano che si avvicina il periodo mestruale.
In questo momento la donna è più conscia del proprio potere seduttivo e, probabilmente, in questo momento è possibile sperimentare un’eros più intenso, un’unione più appassionata e -forse (ognuna dovrebbe iniziare ad auto osservarsi)- orgasmi più intensi.
Nella fase mestruale, nel momento del sanguinamento, durante la fase della Strega, la donna  tocca la massima profondità di energie creative/distruttive. L’eros è forte, è primitivo ed è volto al soddisfacimento del proprio piacere. Il sesso, in questo momento, può essere una manifestazione d'amore potente tra due persone e può assumere connotazioni quasi mistiche.

Per le donne: è importante che inizi ad armonizzarti con fase del ciclo in cui ti trovi. A familiarizzare con tutte le sensazioni, i bisogni, che caratterizzano ogni fase in modo da mettere a frutto i doni che la natura femminile possiede.
Anche dal punto di vista dell’eros, sarebbe importante iniziare a conoscere e ad esprimere i quattro aspetti/archetipi, che ho esposto sopra.
Anche all'interno della coppia, con l'uomo, immagina quanto potrebbe essere più bello per entrambi se fossi maggiormente radicata al tuo essere donna, senza sensi di colpa e giudizi ma con conoscenza e consapevolezza.
Per gli uomini è giunto il momento di iniziare a conoscere e a interagire con la natura ciclica della donna; poter percepire come la donna è diversa da te e come cambia dal punto di vista erotico, e non solo, durante tutto l'arco mensile.  




Se hai bisogno di un aiuto psicologico per aumentare il tuo benessere e sei della provincia di Catania:
Consulenza psicologica 34657888976
Studio privato a San Giovanni La Punta e a Mascalucia (CT)



Luna Rossa
Luna Rossa
Capire e usare i doni del ciclo mestruale
Miranda Gray

Compralo su il Giardino dei Libri

Nessun commento:

Posta un commento